Ricordati che devi morire e ricordalo ai tuoi interlocutori

dbd1cc54b376771e41b9db82697a2331.jpgIntrodurre argomenti macabri in una conversazione è sempre un ottimo punto di partenza per stroncare una conviviale serata tra amici.

Potete cominciare citando a memoria alcune statistiche relative ai suicidi.

Per esempio potete stupire i vostri interlocutori citando a memoria i paesi con i più alti tassi di mortalità per suicidio.

Secondo le ultime statistiche (aggiornate al 2000, ma chi volete che vada a controllare) il primato spetta alla Lituania con 75 morti tra i maschetti e 16 tra le femminucce ogni 100.000 abitanti. E a questo punto una battuta macabra sul turismo sessuale nei paesi dell’est è d’obbligo.

Dopo aver conquistato l’attenzione del vostro pubblico con queste interessanti statistiche potete dar fondo al vostro repertorio di barzellette noir.

Qualcosa tipo:

-qual è stata l’ultima cosa a passare per la testa di lady d. prima di morire?

-che differenza c’è tra lady d e madre teresa di calcutta

-come fa kurt cobain a raccogliere i pensieri?

-cos’hanno in comune la fame nel mondo e una mercedes?

Ovviamente, lascio a voi intuire le risposte 😛

E se la conversazione dovesse in qualche modo riprendere quota, dopo il vostro numero da cabaret, gelate i vostri ospiti con la seguente confessione:

“sapete, ogni tanto mi faccio un giro su mydeathspace per vedere se qualche blogger che conosco è morto. qualcuno di voi ha un blog?”

 

Ricordati che devi morire e ricordalo ai tuoi interlocutoriultima modifica: 2008-05-23T17:41:07+02:00da ajeje.brazov
Reposta per primo quest’articolo